Loading...

martedì 29 aprile 2014

POVERA EUROPA


A ridosso delle Elezioni Europee è bene riproporre alcuni flash back della recente Storia d'Europa che forse ce li siamo dimenticati, ma restano importanti per orientare le scelte .



10 anni fa, a ottobre del 2004, 25 capi di Stato e di Governo europeo, dopo anni e anni di mal di pancia, avevano controfirmato il testo della Costituzione Europea, insieme ai loro Ministri degli Esteri. Dopo secoli e secoli di Guelfi e Ghibellini, di Cattolici e Protestanti, di Massoni e parenti dei Rothschild, sembrava fosse giunto il giorno della Conciliazione e della Convergenza nel nome degli Interessi Comuni. ( Così per lo meno ce la raccontavano). La cerimonia si era svolta a Roma ed era stata, comme d’abitude, trasmessa in Eurovisione. La sfarzosa cornice del sogno, all’interno della quale i boss d’Europa avevano brandito e incrociato le penne, era stata la Sala degli Orazi e Curiazi , la stessa storica sala in cui a marzo 1957 i sei paesi fondatori avevano siglato i trattati che istituivano la CEE e l’Euratom. Per l'Italia avevano firmato Silvio Berlusconi e l'alacre Ministro degli Esteri, Franco Frattini.